03 Lug 2020
category: Avvisi , Cavriglia&dintorni , eventi , museo mine , Rassegna stampa , Senza categoria .

RIAPERTO IL MUSEO MINE, UNO DEI SIMBOLI DELLA STORIA CAVRIGLIESE

 

In linea con le disposizioni nazionali, il Museo è tornato a disposizione del pubblico dal 1 luglio 2020.
Seguendo le normative ufficializzate negli ultimi decreti legge e nelle ordinanze della Regione Toscana, è tornato a disposizione dell’utenza il museo “Mine”, nel vecchio Borgo di Castelnuovo dei Sabbioni. E’ possibile dunque accedere al Museo dal martedì al venerdì la mattina dalle 10 alle 13, mentre sabato e domenica all’apertura mattiniera con medesimo orario si aggiunge anche quella pomeridiana dalle 15 alle 18.
L’ingresso all’esposizione permanente, fatta eccezione per i disabili, avverrà attraverso la scala esterna e la terrazza per favorire la logistica.
I visitatori dovranno ovviamente rispettare tutte le normative vigenti, ovvero controllare la propria temperatura corporea prima di uscire di casa, lavarsi le mani con sapone o soluzione disinfettante ad ogni occasione, indossare la mascherina e gli altri DPI come i guanti, mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro seguendo poi i percorsi indicati ed evitare qualsiasi tipo di assembramento.


Per qualsiasi informazione, negli orari di apertura è a disposizione il numero di telefono 0553985046 e l’indirizzo mail info@minecavriglia.it.


Il Museo “Mine” si sta poi preparando per l’appuntamento del 25 luglio alle 21, ovvero “Le notti dell’archeologia”, promosso dalla Regione Toscana.
Sarà quella un’occasione per promuovere la conoscenza della presenza etrusca nel territorio del Valdarno. Il titolo della manifestazione è “I misteri dell’ Atlantide del Chianti: il sito della Pietraia” e in quel caso sarà obbligatoria la prenotazione.


tags: #castelnuovodeisabbioni , #itineracerta , #minierecavriglia , #minieredelvaldarno , #orari , apertura , comunecavriglia , museo.

Iscriviti alla nostra newsletter

lab culturali

Il progetto è realizzato grazie al contributo di Fondazione CR Firenze nell’ambito di “LABORATORI CULTURALI”, il Bando tematico che la Fondazione dedica ai musei toscani per contribuire alla realizzazione di progetti volti all’innovazione digitale e allo sviluppo di nuovi pubblici.