17 Dic 2021

AndreaAmaLisa

Sabato 18 dicembre alle ore 11.00 è stata inaugurata la

22 Ago 2021

La lignite in Casentino

Il mese scorso abbiamo partecipato ad una bella iniziativa promossa

26 Apr 2021

Discesa in galleria. Il fragoroso rumore del silenzio

Un nuovo racconto dell’ingegner Mario Zaniboni che ebbe modo di

02 Mar 2021

I nastri trasportatori. Cordoni ombelicali nella miniera

L’ingegner Mario Zaniboni da Ferrara, che ebbe modo di svolgere il suo apprendistato presso la miniera di Castelnuovo dei Sabbioni più o meno 60 anni fa, ci ha inviato un nuovo ricordo che pubblichiamo con piacere. Dopo la “Frana del Ronco”, uno dei primi racconti apparsi su questo blog qualche anno fa, sono recentemente arrivate al museo altre storie legate al mondo delle miniere a cielo aperto. Narrazioni che vi sveleremo anche nei prossimi mesi…

08 Ott 2020

I reperti fossili del bacino di Castelnuovo: cosa si cela nel sottosuolo?

Il sottosuolo dell’ex area mineraria di Cavriglia, non nascondeva tra depositi di sabbie e argille solo la lignite. Al suo interno erano rimasti intrappolati anche fossili di animali, di foglie e di semi. Inoltre bisogna aggiungere che tutto il Valdarno è ricco di depositi fossiliferi e molte sono le aree dove reperti, più o meno antichi, sono venuti alla luce nel corso dei secoli…

05 Set 2020

La malaria nelle miniere del Basi

A Castelnuovo dei Sabbioni quasi tutti conoscono, almeno a grandi linee, le alterne vicende e i mutamenti provocati dalle miniere di lignite, fin dalla loro origine, nei paesi circostanti: momenti di grande sviluppo e profonde crisi, relativo benessere e nera miseria, immigrazioni ed emigrazioni di un gran numero di operai e delle rispettive famiglie, periodi di tranquillità e periodi di gravi disordini e agitazioni; però, soprattutto, sono evidenti ad ognuno i grandi sconvolgimenti inferti al territorio. Ma che le miniere avessero addirittura provocato la malaria, nessuno oggi lo ricorda più….

16 Ago 2020

Storia di una collezione: la nascita del museo delle miniere

Nella scuola elementare di Castelnuovo dei Sabbioni c’era un museo. Nei primi anni Novanta del secolo scorso venivano a visitarlo molte classi delle scuole del Valdarno. Proprio questo fatto spinse le insegnanti di allora a riflettere sull’importanza dei reperti posseduti e da ciò nacque l’esigenza di riorganizzarli in modo più sistematico. Partirono da questo presupposto per organizzare il nuovo museo: “una struttura museale assolve ai suoi compiti se riesce a suscitare nel visitatore l’interesse per le vicende passate e a porsi come punto di riferimento e di partenza per quelle future”. Lo scopo era preciso, il museo sarebbe stato un punto di incontro sociale e fruibile da tutta la comunità.

06 Mag 2020

La Mobilitazione Industriale e la lignite del Valdarno 1915-1918

Fino alla metà del 1914 l’Italia aveva potuto approvvigionarsi per il suo fabbisogno senza particolari difficoltà, ma lo scoppio della guerra pose problemi di ordine completamente diverso e gli scambi diventarono più difficili e costosi. La carenza di carbone che ne conseguì non mancò di sollevare problemi gravi e di difficile risoluzione. Il carbone era infatti utilizzato non solo nelle attività civili (illuminazione, riscaldamento delle città) ma anche in quelle legate strettamente alla guerra. Con il passare dei mesi la situazione diventava sempre più complicata: lo Stato non era in grado di soddisfare la crescente domanda di carbone e il governo si sforzò di trovare fonti energetiche alternative, creando il Comitato per i combustibili nazionali che in seguito a ispezioni e censimenti rese nota la Carta dei giacimenti di combustibili fossili italiani, in cui erano segnalate le presenze di antracite e lignite, petroli e idrocarburi. Al numero diciannove dell’elenco figuravano i giacimenti di lignite del Gruppo del Valdarno…

30 Apr 2020

Trito, tritino e pula …

Un paesaggio si legge dai suoi segni che ci raccontano molte storie di ciò che i luoghi furono. Questa è la storia di uno strano edificio oggi circondato da alberi e foglie. La struttura ha un tetto in metallo ed è costruita in mattoni. Si capisce che è qualcosa di vecchio … Ma chi sa veramente cosa sia questa strana struttura posta in una zona abbastanza vicina a case, vecchie e nuove, in prossimità della strada? E’ al Ponte alle Forche ma l’edificio si nota solo se si prende la strada provinciale per Cavriglia in direzione della frazione di Vacchereccia…

18 Nov 2019

Calciando un pallone. Miniere e società calcistiche a Castelnuovo dei Sabbioni

La storia delle frazioni del Comune di Cavriglia va spesso a braccetto con quella delle miniere e anche quando si tratta di sport la Società Mineraria la fa da padrone. Nel 1926 fu fondata la squadra di calcio di Castelnuovo; in quell’anno la Società Mineraria dette in concessione ai giovani del luogo i terreni posti presso l’abitato di Pian di Colle perché si creasse un primo campo sportivo. Nello stesso anno nasceva anche l’Associazione Calcio Firenze, la Fiorentina…

Iscriviti alla nostra newsletter

orari
dal martedi al venerdi 10.00-13.00

sabato e domenica 10.00-13.00 15.00-18.00

chiuso lunedì

Aperto anche i giorni festivi ad eccezione di 01/01, 15/08, 4/11, 25/12, 26/12 e la domenica di Pasqua

lab culturali

Il progetto è realizzato grazie al contributo di Fondazione CR Firenze nell’ambito di “LABORATORI CULTURALI”, il Bando tematico che la Fondazione dedica ai musei toscani per contribuire alla realizzazione di progetti volti all’innovazione digitale e allo sviluppo di nuovi pubblici.